Protezione del nostro ambiente

Proposta 13

Includere i "Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche" (RAEE), altri prodotti di scarto e gli impatti ambientali dell'estrazione di minerali di terre rare e metalli utilizzati nelle apparecchiature elettroniche nel "Piano d'azione inquinamento zero".


Spiegazione

Oltre all'attuale diffusione della tecnologia 5G con enormi quantità di cavi e antenne, l'introduzione di miliardi di dispositivi wireless collegati al 5G (vestiti, pannolini, elettrodomestici, orologi, tende) nella nostra vita quotidiana espanderà il consumismo, l'obsolescenza tecnologica e i rifiuti elettronici difficili da riciclare. I cittadini europei non sono stati coinvolti nelle decisioni prese per spingere questa nuova tecnologia ad alta intensità di risorse, o chiesto se questo è il modo in cui vogliamo che la nostra società vada avanti. Secondo la Convenzione di Aarhus i cittadini hanno diritto alla partecipazione pubblica nei processi decisionali in materia ambientale.

Secondo Needhidasan, S., et al. Electronic waste-an emerging threat to the environment of urban India "ogni smartphone include più di 1000 sostanze, ognuna con la sua catena di approvvigionamento ad alta intensità energetica ed emittente di rifiuti tossici."

L'impronta ambientale della digitalizzazione deve essere ridotta. I costi ambientali dell'"aggiornamento" a un nuovo dispositivo o a un nuovo programma che spesso richiede un nuovo computer e nuove periferiche, ognuna con energia incorporata e tossine, sono troppo alti.

I produttori devono dare la priorità alle sostanze chimiche più sicure e alle protezioni ambientali rispetto al profitto e ai prodotti con riciclo e riparabilità incorporati e che permettono una facile sostituzione della batteria a prova di fuoco.

Come esempio: Un video di YouTube usa 24-60 immagini al secondo più il suono. Un video di 30 secondi richiede tipicamente più dati e usa più energia di una foto di 3MG. Pertanto, limitare i video e le foto di grandi dimensioni per le occasioni speciali.

Citazioni riguardanti le emissioni di gas a effetto serra (GHGE):

Secondo Lotfi Belkhir e Ahmed Elmeligi, 2018 in Journal of Cleaner production Assessing ICT global emissions footprint: Trends to 2040 & recommendations hanno rilevato che: "se non controllato, il contributo relativo dell'ICT GHGE potrebbe crescere da circa 1-1,6% nel 2007 per superare il 14% del GHGE mondiale a livello 2016 entro il 2040, rappresentando più della metà dell'attuale contributo relativo dell'intero settore dei trasporti." Il nostro studio evidenzia anche il contributo degli smartphone e mostra che entro il 2020, l'impronta degli smartphone da sola supererebbe il contributo individuale di desktop, laptop e display. "

"Katie Singer in Behind Our Screens: "Prima che l'utente finale accenda uno smartphone (o qualsiasi computer) per la prima volta, le macchine robotiche devono progettarlo. I minatori devono estrarre i minerali. I minerali devono essere lavati, poi spediti alle fonderie. I materiali raffinati e i solventi fabbricati e le plastiche piegate devono essere trasportati agli stabilimenti di assemblaggio. Gli imballaggi devono essere progettati e costruiti. Il prodotto finale deve essere trasportato al suo utente finale.
Ogni stazione di questa catena di approvvigionamento internazionale
consuma energia ed emette gas serra (GHG) e rifiuti tossici. I minatori e gli addetti all'assemblaggio spesso sopportano condizioni pericolose. I fiumi e i laghi vengono inquinati dai "tailings" (emissioni dalla raffinazione dei minerali). Gli oceani vengono acidificati dal carburante delle navi da carico". Nota: molti minerali di terre rare si trovano vicino a materiale radioattivo.

Il rapporto dell'OCSE del 2018 Global Material Resources Outlook to 2060 riconoscei il ruolo della digitalizzazione nell'aumento esponenziale delle risorse estratte (minerali di terre rare e metalli). Il rapporto prevede un raddoppio dell'uso globale di materiali primari tra oggi e il 2060. Aumenterebbe anche l'inquinamento e l'esaurimento dell'acqua, la distruzione degli habitat, la deforestazione e la siccità, gli impatti sulla flora/fauna e la salute umana.

"Più della metà di tutte le emissioni di gas serra (GHG) sono legate alle attività di gestione dei materiali. L'uso di combustibili fossili e la produzione di ferro e acciaio e di materiali da costruzione portano a grandi emissioni di gas serra e inquinanti atmosferici legati all'energia. L'estrazione e l'uso dei metalli hanno una vasta gamma di conseguenze inquinanti, compresi gli effetti tossici sugli esseri umani e sugli ecosistemi. L'estrazione e l'uso di materiali primari (grezzi) è molto più inquinante dei materiali secondari (riciclati)".

Nonostante i continui miglioramenti dell'efficienza che riducono gli impatti ambientali per unità di produzione, si prevede che gli impatti ambientali globali dell'uso di questi metalli saranno più che raddoppiati e, in alcuni casi, anche quadruplicati entro il 2060. Questa analisi esclude gli impatti durante la fase di utilizzo, poiché questi sono altamente specifici del prodotto. In generale, il rame e il nichel tendono ad avere i maggiori impatti ambientali per chilo, mentre il ferro e l'acciaio hanno i più alti impatti ambientali assoluti a causa dei grandi volumi utilizzati.

Citazioni dall'Istituto per la ricerca energetica L'impatto ambientale delle batterie al litio 12 novembre 2020:

"Nel maggio 2016, sono stati trovati pesci morti nelle acque del fiume Liqi, dove una sostanza chimica tossica è fuoriuscita dalla miniera di litio di Ganzizhou Rongda. Sono state trovate anche carcasse di mucche e yak che galleggiavano a valle, morte per aver bevuto acqua contaminata. È stato il terzo incidente in sette anni a causa di un forte aumento dell'attività mineraria, comprese le operazioni gestite dalla cinese BYD, uno dei maggiori fornitori mondiali di batterie agli ioni di litio. Dopo il secondo incidente nel 2013, i funzionari hanno chiuso la miniera, ma i pesci hanno iniziato a morire di nuovo quando ha riaperto nell'aprile 2016".

"Il Triangolo del litio del Sud America, che copre parti dell'Argentina, della Bolivia e del Cile, contiene più della metà della fornitura mondiale del metallo sotto le sue saline. Ma è anche uno dei luoghi più aridi della terra. Nel Salar de Atacama in Cile, le attività minerarie hanno consumato il 65% dell'acqua della regione, il che sta avendo un grande impatto sugli agricoltori locali al punto che alcune comunità devono procurarsi l'acqua altrove".

"Come in Tibet, c'è il potenziale per le sostanze chimiche tossiche di fuoriuscire dalle piscine di evaporazione nella fornitura di acqua, compreso l'acido cloridrico, che viene utilizzato nella lavorazione del litio, e i prodotti di scarto che vengono filtrati dalla salamoia. In Australia e in Nord America, il litio viene estratto dalla roccia usando prodotti chimici per estrarlo in una forma utile. In Nevada, i ricercatori hanno trovato impatti sui pesci fino a 150 miglia a valle di un'operazione di lavorazione del litio".

"L'estrazione del litio danneggia il suolo e causa la contaminazione dell'aria. Nel Salar de Hombre Muerto in Argentina, i residenti credono che le operazioni di litio abbiano contaminato i corsi d'acqua usati dagli uomini e dal bestiame e per l'irrigazione delle colture. In Cile, il paesaggio è rovinato da montagne di sale scartato e canali pieni di acqua contaminata con una tonalità blu innaturale. Secondo Guillermo Gonzalez, un esperto di batterie al litio dell'Università del Cile, 'Questa non è una soluzione verde - non è affatto una soluzione'".

"La Cina è tra i cinque paesi più ricchi di risorse di litio e ha acquistato partecipazioni in operazioni minerarie in Australia e Sud America, dove si trova la maggior parte delle riserve di litio del mondo. La cinese Tianqi Lithium possiede il 51% della più grande riserva di litio del mondo in Australia, dandole un interesse di controllo. Nel 2018, l'azienda è diventata il secondo maggior azionista della Sociedad Química y Minera, il maggior produttore di litio in Cile. Un'altra azienda cinese, Ganfeng Lithium, ha un accordo a lungo termine per sottoscrivere tutte le materie prime di litio prodotte dalla miniera australiana di Mount Marion, la seconda più grande riserva di litio di alto grado del mondo".

Citazioni dall'articolo "Litio: Il tesoro di energia verde del Tibet"

"Il trasporto verde in un luogo non dovrebbe avvenire al costo di un danno ambientale e sociale in un altro. Per il popolo del Tibet, questa è una minaccia reale con l'estrazione del litio da usare negli autobus elettrici. "

"I tibetani non hanno voce in capitolo sull'estrazione del litio da parte della Cina e non ne vedono i benefici. Ciò che hanno visto è l'inquinamento e l'accumulo di fabbriche e altre infrastrutture in tutto il paesaggio tibetano, una volta incontaminato".

"I due principali metodi di estrazione del litio, la raccolta della salamoia dai laghi e l'estrazione dalla roccia dura, portano entrambi rischi di danni ambientali e sociali a causa delle sostanze chimiche tossiche necessarie. La zona industriale di Ganhetan, per esempio, è ben nota agli scienziati cinesi per il suo inquinamento dell'aria, che è stato accompagnato da un aumento dei tassi di fluorosi, una malattia che causa la fragilità dei denti. Le alte concentrazioni di metalli tossici nel suolo hanno reso l'area circostante inadatta all'agricoltura".

"Le sostanze chimiche tossiche utilizzate dalla Ganzizhou Rongda Lithium a Dartsedo, nel Tibet orientale, si sono fatte strada nel fiume Lichu in più di un'occasione, uccidendo pesci e animali da fattoria appartenenti alla comunità di Minyak Lhagang. Dopo una di queste perdite, nell'aprile 2016, i residenti della contea di Dartsedo hanno sfidato una grande presenza di polizia per protestare con il governo locale, assicurando un arresto temporaneo dell'estrazione".

Amit Katwala scrive in "Il devastante impatto ambientale del progresso tecnologico" del 2019:

"Una domanda insaziabile di rame, litio e metalli delle terre rare necessari per alimentare le industrie dell'elettronica di consumo e dei veicoli elettrici sta lasciando cicatrici indelebili sul nostro fragile pianeta. "

"Per decenni, David Maisel ha fotografato luoghi dove gli esseri umani stanno cambiando l'ambiente in modo così drammatico che l'impatto può essere visto dal cielo. Per il suo ultimo progetto, Desolation Desert, l'artista visivo di San Francisco ha trascorso due settimane nel deserto di Atacama in Sud America, dove l'insaziabile domanda dell'umanità di rame, litio e metalli delle terre rare per alimentare l'elettronica di consumo e le industrie di veicoli elettrici sta rimodellando il paesaggio di un fragile ecosistema".

"Non si può valutare l'intero impatto ambientale dell'estrazione mineraria solo guardando il buco lasciato nel terreno. Queste immagini mostrano l'area intorno alla miniera di rame Centinela, e gli enormi "bacini di decantazione" che circondano il sito. Dopo che il rame viene separato dalla roccia, i materiali indesiderati rimangono sotto forma di questo fango, raccolti in vasche orlate da dighe che Maisel descrive come "vaste oltre ogni comprensione". I tailings, come sono conosciuti nell'industria, possono contenere metalli tossici come l'arsenico e il mercurio. Nel gennaio 2019, una diga di sterili in una miniera di ferro in Brasile è crollata, uccidendo almeno 248 persone. A giugno 2019, gli impianti di scarico della miniera qui raffigurata contenevano 154 milioni di metri cubi di sterili".


Esperto francese in tecnologia digitale responsabile e low-tech, Frédéric Bordage scrive nel suo studio Impronta ambientale del mondo digitale:

"L'idea di una bassa tecnologia digitale è quella di utilizzare tecnologie digitali robuste, semplici, a basso impatto e molto diffuse come il 2G, gli SMS, ecc. per soddisfare le esigenze quotidiane. La maggior parte dei feedback raccolti negli ultimi 10 anni mostra che questo approccio non è considerato come una regressione ma è invece ben accolto dagli utenti e crea valore economico.
L'eco-design radicale mira a coordinare l'uso delle risorse digitali a bassa e alta tecnologia per soddisfare al meglio i bisogni dell'umanità, riducendo significativamente la nostra impronta digitale. Per concludere con un semplice esempio, non è necessario avere uno smartphone di ultima generazione connesso in 4G o 5G per accedere alle previsioni del tempo. Un semplice SMS permette di trasmettere le previsioni su un cellulare 2G. D'altra parte, il calcolo delle previsioni meteo richiede l'uso di tecnologie avanzate. Solo adottando questa postura di sobrietà e coordinando abilmente bassa e alta tecnologia digitale potremo costruire un futuro digitale più invidiabile e farne uno strumento efficace per migliorare la resistenza dell'umanità al collasso già in corso
".

Gli argomenti legali della nostra proposta sono:

  • L'articolo 191, paragrafi 1 e 3, e l'articolo 192, paragrafo 1 Trattato sull'Unione europea conferiscono all'UE la competenza ad agire per preservare, proteggere e migliorare la qualità dell'ambiente. La politica e la legislazione ambientale in questo settore sono basate sul principio di precauzione e sul principio dell'azione preventiva, come previsto dall'articolo 191, paragrafo 2, secondo comma, e dall'articolo 192, paragrafo 1 Trattato sull'Unione europea. Conformemente all'articolo 191, paragrafo 3 Trattato sull'Unione europea nel preparare la sua politica e la sua legislazione in materia di ambiente, l'UE tiene conto dei dati scientifici e tecnici disponibili.
  • (Compassion in world farming) Poiché gli animali sono esseri senzienti, l'articolo 13 Trattato sull'Unione europea prevede che "nella formulazione e nell'attuazione delle politiche dell'Unione in materia di agricoltura, pesca, trasporti, mercato interno, ricerca e sviluppo tecnologico e spazio, l'Unione tiene pienamente conto delle esigenze in materia di benessere degli animali".
    La Commissione UE spiega che "Questo mette il benessere degli animali sullo stesso piano di altri principi chiave menzionati nello stesso titolo, cioè la promozione della parità di genere, la garanzia della protezione sociale, la protezione della salute umana, la lotta alla discriminazione, la promozione dello sviluppo sostenibile, la garanzia della protezione dei consumatori e la protezione dei dati personali". Questa disposizione è importante sotto due aspetti.
    • riconosce gli animali come "esseri senzienti"; e
    • impone all'Unione e ai suoi Stati membri, nel (i) formulare e (ii) attuare le politiche dell'Unione in alcuni settori chiave, di tenere "pienamente conto delle esigenze di benessere degli animali"
  • Articolo 21 (f) della Trattato sull'Unione europea: "contribuire a sviluppare misure internazionali per preservare e migliorare la qualità dell'ambiente e la gestione sostenibile delle risorse naturali mondiali, al fine di garantire uno sviluppo sostenibile"
  • L'articolo 3 della Trattato sull'Unione europea dove "L'Unione instaura un mercato interno. Si adopera per lo sviluppo sostenibile dell'Europa, basato su una crescita economica equilibrata e sulla stabilità dei prezzi, su un'economia sociale di mercato fortemente competitiva, che mira alla piena occupazione e al progresso sociale, e su un elevato livello di tutela e di miglioramento della qualità dell'ambiente. Promuove il progresso scientifico e tecnologico. "
  • Articolo 35 del Carta dei diritti fondamentali dell'UE 2012/C 326/02, Salute: "Nella definizione e nell'attuazione di tutte le politiche ed attività dell'Unione è garantito un livello elevato di protezione della salute umana. "
  • Articolo 37 della Carta dei diritti fondamentali dell'UE 2012/C 326/02, Protezione dell'ambiente: "Un livello elevato di protezione dell'ambiente e il miglioramento della qualità dell'ambiente devono essere integrati nelle politiche dell'Unione e garantiti conformemente al principio dello sviluppo sostenibile. "
  • Secondo il Convenzione di Aarhus I cittadini dell'UE hanno il diritto di garantire che i dati scientifici più aggiornati siano presi in considerazione quando l'UE adotta politiche per la protezione dell'ambiente. I cittadini hanno il diritto di accedere alle informazioni ambientali, alla partecipazione pubblica nei processi decisionali ambientali e all'accesso alla giustizia.
  • Secondo la Proposta di regolamento sulla modifica del regolamento di Aarhus "Le istituzioni dell'UE devono impegnarsi con i membri del pubblico se l'European Green Deal deve avere successo e produrre un cambiamento duraturo. Il pubblico è e dovrebbe rimanere una forza trainante della transizione e dovrebbe avere i mezzi per essere coinvolto attivamente nello sviluppo e nell'attuazione delle nuove politiche."
  • Secondo la Proposta di regolamento sulla modifica del regolamento di Aarhus " Le istituzioni dell'UE hanno bisogno di impegnarsi con i membri del pubblico se l'European Green Deal deve avere successo e produrre un cambiamento duraturo. Il pubblico è e dovrebbe rimanere una forza trainante della transizione e dovrebbe avere i mezzi per essere attivamente coinvolto nello sviluppo e nell'attuazione delle nuove politiche. "
weee
WEEE sculpture in Belfast, by Colin H McKnight, is made from old electrical goods and is intended to highlight “Waste Electronic and Electrical Equipment”.
© 2022 Europeans for safe connections.