Protezione delle nostre vite

Proposta 8

Consigliare agli stati membri di prevedere zone a bassa/nessuna radiazione nei comuni. Dichiarare tutte le riserve naturali e i parchi zone a bassa/assenza di radiazioni.


Spiegazione

La risoluzione 1815 dell'Assemblea parlamentare vi al punto 8..1.4 afferma: "prestare particolare attenzione alle persone "elettrosensibili" che soffrono di una sindrome di intolleranza ai campi elettromagnetici e introdurre misure speciali per proteggerle, compresa la creazione di aree prive di onde non coperte dalla rete wireless; ".

Questa proposta mira a creare zone in cui non c'è alcun livello o solo un basso livello di campi elettromagnetici a radiofrequenza al fine di proteggere la salute di gruppi particolarmente sensibili di persone (ad esempio persone elettrosensibili o ipersensibili all'elettricità, malati, anziani, bambini) così come la flora e la fauna.

Le aree in cui si dorme dovrebbero essere identificate come aree con la più bassa esposizione alle radiazioni RF EMF al fine di ottenere la rigenerazione del corpo dall'esposizione diurna. Anche l'esposizione della stazione radio base deve essere ridotta tra le 22 e le 7 del mattino.

Assicurarsi che il trasporto pubblico offra opzioni senza radiazioni, come scompartimenti o veicoli privi di comunicazioni mobili

La base giuridica della proposta 8 è la direttiva Habitat 92/43 CEE e rientra nella "pianificazione del territorio".

Questa proposta può essere basata sull'articolo 192, paragrafo 2, lettera a) Trattato sull'Unione europea in combinato disposto con l'articolo 191, paragrafo 1 Trattato sull'Unione europea.

low emf
© 2024 Europeans for safe connections.