Protezione delle nostre vite

Proposta 9

Al fine di proteggere la salute umana e la bio-integrità, chiedere ai cittadini dell'UE il consenso informato prima di esporli a CEM RF.


Spiegazione

Gli esseri umani sono in molti casi irradiati per lo più involontariamente da una miscela di trasmissione tutto il giorno dai loro dispositivi personali senza fili, ma anche da varie antenne e trasmettitori di infrastrutture all'interno e all'esterno deul posto di lavoro, a casa, in luoghi pubblici, veicoli di trasporto o nelle vicinanze. Le persone usano i dispositivi nella loro impostazione predefinita, a un'intensità maggiore e con la maggior parte delle antenne wireless abilitate per tutto il tempo. La maggior parte della popolazione non è educata sull'importanza di ridurre al minimo l'irradiazione dei dispositivi personali quando non vengono utilizzati. La maggior parte dei cittadini non ha modo di controllare i valori di esposizione nell'ambiente che li circonda.

Rispettare il diritto di ogni persona all'integrità mentale e fisica come da articolo 3 di Carta dei diritti fondamentali dell'UE 2012/C 326/02 e salvaguardare la salute umana, la privacy e la sicurezza. Questo include evitare qualsiasi disturbo e interferenza nei loro processi e sistemi biologici, chimici, elettrici e sensoriali da RF EMF.

Per implementare la nostra proposta:

  • Tutte le piccole celle, i piccoli trasmettitori e i punti di accesso wireless dovrebbero essere sottoposti a valutazioni ambientali, permessi di costruzione e approvazioni dei residenti.
  • Tutte le stazioni di trasmissione devono essere registrate, designate e pubblicate. 
  • Considerare la separazione della fornitura esterna e interna di radiazioni mobili / senza fili. Basic Law for the Federal Republic of Germany L'articolo 13 considera il domicilio inviolabile.
  • Fornire la possibilità legale di obiezione contro i campi elettromagnetici a radiofrequenza delle abitazioni vicine, se questi superano le linee guida di valutazione della biologia edilizia valori.
  • Applicare avvertenze ("etichettatura") sugli imballaggi dei dispositivi mobili per quanto riguarda i loro effetti nocivi, compresi gli smartphone. Approcci normativi simili sono noti, per esempio, dal diritto alimentare europeo. La giurisdizione può essere affermata sulla base dell'art. 114  Trattato sull'Unione europead.
  • Tutti gli annunci di dispositivi senza fili devono includere avvertenze sui rischi di radiazioni.
  • Istruire i produttori a stampare le procedure di utilizzo sicuro sui dispositivi e non solo all'interno dei manuali.
  • Le aree pericolose devono essere adeguatamente e visibilmente segnalate all'accesso, all'entrata e in altri luoghi pubblici e residenziali con cartelli di avviso "Attenzione radiazioni non ionizzanti" per la protezione della popolazione e dei lavoratori e un cartello di avviso per i cittadini con pacemaker e altri impianti. Deve essere chiaramente specificato quali etichette usare e la loro posizione.
Caution No-ionizing radiation and Caution pacemakers
  • La risoluzione 1815 dell'Assemblea parlamentare vi al punto 8..2.3 afferma: "introdurre un'etichettatura chiara che indichi la presenza di microonde o campi elettromagnetici, la potenza di trasmissione o il tasso di assorbimento specifico (SAR) del dispositivo e gli eventuali rischi per la salute legati al suo utilizzo".
  • Non siamo d'accordo con i continui tentativi di accordi a livello UE per la diffusione senza permesso di piccole celle o punti di accesso wireless in tutti gli stati membri in tale densità pianificata, potenza irradiata, vicinanza agli esseri viventi (vedi capitolo 5G in-depth analysis for ITRE Committee ) e anche con l'uso di onde millimetriche, i cui effetti biologici sono noti da decenni. *1
  • Questo è in profonda contraddizione con la maggior parte delle nostre richieste di ottenere un ambiente sano e sicuro. Questo approccio porterebbe inevitabilmente a una resistenza da parte delle persone che vivono nelle immediate vicinanze di antenne di piccole celle appena costruite o di quelle pianificate per il posizionamento.

Note a piè pagina

1 Zaliubovskaia, 1977: Effetto biologico delle onde radio millimetriche; PMID: 855273; https://mdsafetech.files.wordpress.com/2019/02/biological-effects-of-millimeter-wavelengths.-zalyubovskaya-declassif-by-cia-1977-biol-eff-mm-waves.pdf

© 2023 Europeans for safe connections.